Come Scegliere tra Condizionatore Fisso e Condizionatore Portatile

Il climatizzatore fisso è un condizionatore d’aria installato sulla parete perimetrale di un appartamento. L’installazione necessita dell’intervento di personale specializzato. E’ solitamente situato nella parte alta della parete per ridurre al minimo lo spazio occupato e per avere una maggiore efficacia di rinfrescamento dell’ambiente interno.

Rinfrescamento
Il climatizzatore consente di regolare la temperatura e l’umidità di una stanza. Può servire generalmente una singola stanza dell’immobile. Risulta sessere pertanto necessario installare più climatizzatori fissi, uno per ciascuna stanza dell’immobile, oppure optare per un impianto di rinfrescamento per l’intera casa. In questo secondo caso i costi d’installazione e di acquisto sono maggiori. Il climatizzatore fisso non può essere spostato da una stanza all’altra dell’immobile. Una volta installato può offrire il servizio di rinfrescamento esclusivamente nella stanza in cui è stato installato. L’aria calda prodotta dal climatizzatore viene scaricata all’esterno tramite un condotto di collegamento con l’ambiente esterno realizzato nella parete. L’umidità raccolta dal climatizzatore, che in alcuni casi funziona anche come deumidificatore, è veicolata verso serbatoi, anch’essi posti nella parte esterna della casa (es. su un balcone). Per ottenere un rendimento elevato e ridurre i consumi di energia è consigliabile far lavorare il climatizzatore fisso con le finestre chiuse. Risulta essere anche consigliabile non settare il rinfrescamento dell’appartamento più di 5 gradi centigradi in meno rispetto alla temperatura esterna. Oltre al risparmio nel consumo energetico, lo sbalzo di temperatura tra un locale e l’altro della casa (o tra ambiente interno ed esterno) può causare danni alla salute.

Vantaggi del climatizzatore fisso
migliore rendimento rispetto ai climatizzatori portatili
minore ingombro (rispetto ai modelli portatili)

Svantaggi del climatizzatore fisso
non si può spostare da una stanza all’altra dell’immobile
non si può spostare dalla casa in cui è stato installato
necessita di installazione e manutenzione da parte di personale specializzato
implica un costo di installazione in termini di manodopera
prezzo di acquisto più alto (rispetto ai modelli portatili)
Riscaldamento e pompa di calore
Se il climatizzatore ha anche la funzione di pompa di calore, può offrire nei mesi invernali il servizio inverso e provvedere al riscaldamento dell’ambiente interno.

Tipi di climatizzatore fisso
I climatizzatori fissi possono essere climatizzatori monoblocco (quello più economico e più venduto tra i modelli di climatizzatore fisso) oppure essere composti da una o più unità interne collegate ad una o più unità esterne.

Il climatizzatore portatile è un mini elettrodomestico in grado di consentire il rinfrescamento dell’ambiente interno di una casa. Il climatizzatore portatile si distingue dal climatizzatore fisso per la sua caratteristica d’essere trasportabile con facilità da una stanza all’altra dell’immobile o da una casa all’altra. E’ alimentato ad energia elettrica e si collega alla normale presa della corrente di casa. Non richiede installazioni da parte di personale specializzato. E’ sufficiente leggere il manuale d’istruzioni per apprendere il funzionamento e le modalità di utilizzo del mini-elettrodomestico. Il prezzo di vendita è generalmente minore rispetto ad un climatizzatore fisso. In compenso, il climatizzatore portatile ha solitamente una minore potenza e un minore rendimento rispetto ai modelli fissi. Il serbatoio di raccolta dell’acqua può essere situato all’interno del climatizzatore portatile oppure esterno, in quest’ultimo caso l’umidità raccolta viene veicolata verso il recipente mediante un tubo di plastica. L’aria calda e la condensa viene espulsa mediante un tubo di gomma flessibile, posto tra il climatizzatore portatile e la più vicina finestra. Per questa sua caratteristica il climatizzatore portatile non consente l’utilizzo con le finestre chiuse, riducendo il rendimento ottenibile a parità di consumo energetico rispetto ai modelli fissi. La finestra aperta causa infatti una dispersione caldo freddo tra l’ambiente interno e quello esterno. Il climatizzatore portatile è collocato sul pavimento vicino alla finestra.

Vantaggi del climatizzatore portatile
Prezzo più basso (rispetto ai climatizzatori fissi)
Non necessita di installazione
Si può spostare da un locale all’altro della casa
Si può spostare da una casa all’altra

Svantaggi del climatizzatore portatile
Minore rendimento (rispetto ai climatizzatori fissi)
Maggiore ingombro
Minore potenza

La scelta tra condizionatore fisso e condizionatore portatile deve quindi essere fatta in base alle proprie esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *