Come Risparmiare Acqua in Casa

A causa di fattori quali lo spreco e l’aumento della popolazione, così come il cambiamento climatico, l’acqua sta diventando una risorsa sempre più preziosa. Alla luce di queste preoccupazioni, bisogna cominciare ad abituarsi a risparmiarla in casa.

Controllate che in casa non ci siano perdite. Se non sapete se ve ne sono, controllate il contatore dell’acqua prima e dopo due ore di non utilizzo. Assicuratevi che tutti i rubinetti siano dotati di aeratori. Se la vostra doccia riempie un secchio da un litro in meno di 20 secondi, sostituitela con una a getto minore. Preferite la doccia al bagno. Una doccia di 5 minuti utilizza una media di 10-25 litri d’acqua, mentre per riempire la vasca da bagno ci vogliono quasi 70 litri.

Prendete in considerazione l’idea di sostituire i WC con i nuovi modelli a scarico ridotto. Secondo l’EPA, agenzia americana per la protezione dell’ambiente, i WC prodotti prima del 1992 utilizzano almeno 3 litri di acqua per scarico. I nuovi WC sono progettati per essere più efficienti. Nel caso non sia possibile sostituire il WC, provate a riempire d’acqua una bottiglia di soda da due litri e posizionatela nel serbatoio del wc. La bottiglia sposterà l’acqua nel serbatoio, così non si riempirà tanto.

Chiudete l’acqua mentre vi lavate i denti, quando vi fate la barba e ogni qualvolta non la state usando. Chiudere il rubinetto mente vi spazzolate i denti fa risparmiare circa 8 litri di acqua al giorno. Quando lavate i piatti, riempite una bacinella con dell’acqua invece di tenere il rubinetto aperto. Valutate l’istallazione di uno scaldabagno, scegliendo un modello a basso consumo, vicino al lavandino della cucina, in questo modo non sprecherete molta acqua nell’attesa che sia calda. Cercate di utilizzare lavatrici e lavastoviglie a carichi completi; o almeno, per i piccoli carichi, regolate il livello dell’acqua.

Se innaffiate il prato, perché non installare un sistema di irrigazione a goccia? L’acqua va direttamente sull’erba e non vi sarà spreco di acqua a causa del vento o dell’evaporazione. Se dovete innaffiare il prato o il giardino, fatelo o al mattino o alla sera. Evitando di irrigare nei momenti più caldi e soleggiati della giornata, si perde meno acqua per l’evaporazione. Se lavate l’auto, parcheggiatela sul prato e riciclate l’acqua del lavaggio per irrigare il prato.