Come Preparare Semifreddo al Caffè

Ospiti a cena? Abbiamo preparato tutto ma ci manca il dolce? Niente paura… Questo dolce è davvero buono e sicuramente i vostri ospiti ne rimarranno soddisfatti.

Le dosi sono per quattro persone e per prepararlo ci vogliono 50 minuti più il tempo per freddarlo in frigo.

Occorrente
200 gr di zucchero
25 gr di farina
1/3 lt di panna liquida
6 tazzine di caffè molto forte
1/2 lt di latte
4 uova
Gocce di essenza di vaniglia
Sale
Panna montata
Chicchi di caffé ricoperti al cioccolato per decorare

In una casseruola dobbiamo scaldare il latte senza portarlo ad ebollizione. In un’altra casseruola dobbiamo setacciare insieme lo zucchero, un pizzico di sale e la farina, aggiungendo, poco alla volta, il latte caldo, mescolando sempre con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.

Cuocere su fuoco basso per 10 minuti circa, mescolando sempre delicatamente. Unire quindi il caffè e versare il tutto, lentamente, sui tuorli (senza gli albumi) battuti in precedenza in una zuppiera. Mescolare con cura e rovesciare la crema nuovamente nella casseruola posta sul fuoco lasciandola cuocere, senza portare a ebollizione, finché si sarà addensata.

Lasciare raffreddare, quindi aggiungere l’essenza di vaniglia e la panna. Amalgamare bene e versare il composto in uno stampo da budino; metterlo in frigorifero per qualche ora. Prima di servire I rovesciare il semifreddo sul piatto da portata decorando a piacere con panna montata e chicchi di caffè al cioccolato.

Come Preparare i Pomodori Ripieni di Piselli

In questa guida voglio insegnarti a preparare un piatto che potrai servire in diverse occasioni sia come antipasto che come contorno. La preparazione di questo piatto è abbastanza semplice ma il sapore e il profumo che emanano questi pomodori ripieni di piselli sono talmente buoni che fanno subito venire in mente l’estate.

Occorrente
6 grossi pomodori sodi e maturi
1 cipolla
50 gr. di burro
300 gr. di piselli cotti
2 cucchiaini di menta fresca tritata
Sale e pepe nero
1 tuorlo d’uovo
Olive nere

Lava sotto acqua corrente i pomodori ed asciugali bene con un panno da cucina.
Poi taglia a ciascun pomodoro una calotta per mezzo di un coltello seghettato ed affilato.
Svuotali di semi e polpa facendo attenzione a non danneggiare la pelle ed usando un cucchiaino.
Quindi rovesciali e lasciali scolare, mentre intanto prepari il ripieno.

Pela, lava e trita finemente la cipolla e cuocila a fuoco dolce con trenta grammi di burro, in una casseruolina senza però farle prendere colore.
Quando è morbida aggiungi i piselli e la menta tritata e fai cuocere per tre minuti mescolando in continuazione.
Lascia intiepidire e poi passa il composto nello schiacciaverdure e riducilo come un purè.

Rimetti il purè nella casseruola ed unisci il sale, il pepe nero ed il tuorlo dell’uovo.
Fai cuocere a fiamma moderata, mescolando in continuazione, fino a che il purè si è addensato. Togli dal fuoco e fai raffreddare.
Condisci i pomodori internamente con il sale ed il pepe e riempili con il purè.
Richiudili con le calotte, infilzandole con uno stuzzicadente, e mettili in una pirofila imburrata. Copri con un foglio di alluminio e metti in forno caldo a 190 gradi e cuoci per 15 minuti o fino a che i pomodori sono teneri.
Servi caldo insieme ad un’oliva nera infilzata in ogni stuzzicadente.

Come Preparare Sorbetto al Melone

Chi non adora gustare un buon sorbetto al ristorante? Di solito ci viene presentato quello al limone, nel passaggio dal pesce alla carne, per pulire la bocca.

Se però hai voglia di gustarlo in casa, ti presento come farne uno davvero buono al melone. Lo potrai far assaggiare anche ai tuoi ospiti e farai davvero una bella figura.

melone

Occorrente
Melone bianco
200 grammi di zucchero
Succo di mezzo limone
1 uovo

Prendi un bicchiere d’acqua e versaci i 200 grammi di zucchero. Fallo sciogliere per bene, in modo da ottenere dell’acqua zuccherata, e lascia riposare per una mezz’ora circa. Ogni tanto mescolalo.
Ora prendi il melon, e puliscilo: aprilo a metà, svuotalo dei semi. Con un cucchiaio o un coltello, prendi la polpa e mettila in una vaschetta.

Dovrai ottenere tra i 250, 300 grammi di polpa. Ora che la polpa è pronta, mettila nel freezer per circa mezz’ora. Quando la levi, metti il melone nel mixer, in modo da ottenere una purea, e bagnala con il succo del mezzo limone. Amalgama bene, e infine versa l’acqua zuccherata che hai fatto riposare.

Metti il composto in un contenitore di metallo, e lascia in frezerper due ore circa. Una volta solidificato, ripassa un’altra volta nel mixer. Adesso prendi l’uovo, dividi il tuorlo dall’albume, e monta a neve quest’ultimo. Incorporalo al melone nel mixer, rimetti il tutto di nuovo nel freezer per altri trenta minuti.
Il sorbetto è pronto. Lascialo cinque minuti fuori dal congelatore prima di servirlo.

Come Visitare la Galleria degli Uffizi a Firenze

Firenze si sa, da sempre è una delle culle culturali italiane, grande città ricca di storia, arte, cibo e vino, infatti il Chianti è famoso in tutto il mondo. Chi visita o ha la fortuna di abitare nei dintorni di Firenze non può fare a meno di scoprire i tesori che contiene la Galleria degli Uffizi, ecco allora una breve guida.

Intanto è importante ricordare che la Galleria degli Uffizi si trova a Piazzale degli Uffizi numero 6 (praticamente su Piazza della Signoria). La Galleria degli uffizi è aperta martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 8.15 alle 18.50; mentre il lunedì e nei giorni festivi è chiusa.

Per visitare la Galleria degli Uffizi consiglio vivamente di prenotare il biglietto via internet sul sito ufficiale o se preferite attraverso il servizio telefonico del museo al numero 055 238 86 51. Consiglio la prenotazione perché alla modica somma di 4 euro di prenotazione si evita una fila che richiede minimo 1 ora nei giorni di meno affluenza alla Galleria.

Adesso che siete nel luogo desiderato e avete fatto una fila di circa 10 minuti grazie alla prenotazione, potete prepararvi a godere dell’arte e delle mille sorprese che la fantastica Galleria degli Uffizi è pronta a darvi! Il museo contiene la più grande collezione di arte rinascimentale al mondo, in oltre in 50 sale sono esposte più di 1500 opere ben disposte per autore in ogni sala, come Giotto, Cimabue, Tiziano, Caravaggio, Botticelli, Leonardo da Vinci.

Come Togliere la Polvere

In questa guida spieghiamo come togliere la polvere in casa.

La prima soluzione è utilizzare il panno in microfibra, si tratta di un prodotto ecologico che permette di pulire qualsiasi superficie, come pavimenti, vetro, metallo, superfici laccate, sanitari, rubinetterie, cucine, piastrelle, radio e tv, argenteria. Vediamo come utilizzarlo per togliere la polvere.
Fai bollire il panno per 5 minuti prima dell’uso
Spolvera tutte le superfici della casa con il panno asciutto o leggermente umido
Mantieni pulito il panno lavandolo a mano o in lavatrice fino a 90 gradi.
Non usare l’ammorbidente, che distrugge la microfibra e trasforma il panno magico in un volgarissimo straccio per la polvere!

Se si vuole risparmiare tempo, in alternativa al panno in microfibra è possibile utilizzare un panno imbevuto in paraffina e aceto, capace di rimuovere altrettanto velocemente sporco e polvere.
Vediamo cosa bisogna fare.
Metti in un bagno di paraffina e aceto un panno morbido
Strizza il panno e utilizzalo normalmente
Conserva il panno in un barattolo chiuso con un coperchio.

Una volta terminata questa fase, è possibile togliere la polvere dal pavimento.
La scopa elettrica o il bidone aspira tutto sono elettrodomestici molto utili per la pulizia quotidiana dei pavimenti. Questi strumenti possono sostituire la scopa tradizionale e consentono di risparmiare tempo ed ottenere migliori risultati.
Passa l’aspirapolvere su tutti i pavimenti della casa
Aziona l’apposita spazzola su tappeti e moquette
Utilizza gli altri accessori una volta al mese per raggiungere gli angoli e le zone pių difficili
Utilizza l’aspirabriciole, relativamente a cui è possibile vedere questo sito sull’aspirabriciole per dettagli, per eliminare polvere e sporcizia negli armadi o in altri punti scomodi da raggiungere.

Togliere la polvere è quindi semplice.