Come Preparare la Torta Salata alle Olive

La torta salata alle olive è un piatto sfizioso, veloce e non troppo difficile da cucinare, che risulterà sicuramente gradito a tutti e che puoi adattare per una molteplicità di occasioni.

In questa guida ti spiego come realizzarla con dosi per 4 persone.

olive

Occorrente
2 uova
2 cucchiaini di lievito in polvere
100 gr di farina
100 gr di olive verdi snocciolate
Sale
Origano
3 cucchiai da minestra di olio di oliva

Rompi le 2 uova in una ciotola e unisci il sale, l’olio e l’origano. Unisci la farina, a cui avrai precedentemente unito il lievito in polvere. Mescola il tutto e per finire unisci le olive. Cospargi di olio una piccola pirofila, in cui verserai poi il composto che hai appena realizzato. Fai riscaldare il forno fino a raggiungere la temperatura di 170 gradi.

Cuoci la tua torta per circa 30 minuti. Per verificare se è pronta, pungila con la lama di un coltello: se quest’ultima fuoriesce asciutta, la torta è pronta. In caso contrario, continua con la cottura ancora per qualche minuto, poi togli la torta dal forno, mettila su un piatto e procedi a farla raffreddare.

Si tratta di un piatto molto gustoso, che è ottimo sia da solo (grazie alla farcitura delle olive, che già da sole danno sapore), sia da servire farcito con formaggi e salumi. Puoi utilizzarlo per un Pic nic, per un antipasto in occasione di una festa casalinga, oppure come delizioso snack per accompagnare un aperitivo.

Come Preparare la Torta Salata di Tacchino

Questa ricetta ve la consiglio vivamente poichè è molto elegante da servire sulla tavola e farete un figurone con i vostri ospiti. Per la preparazione ci vuole un’ora e venti minuti. Gli ingredienti inseriti in questa guida vanno bene per quattro persone.

Occorrente
Una confezione di pasta sfoglia surgelata di 450 g
800 g di porri
25 g di funghi secchi
80 g di burro (più quello per imburrare)
Farina
300 g di fesa di tacchino a fettine
2 uova
125 g di panna (o latte)
Sale
Pepe

Fate ammorbidire i funghi in acqua tiepida; lavateli strizzateli, tritateli e fateli rosolare in una casseruola con 40 g di burro per 3 o 4 minuti, a fuoco basso. Unite la fesa di tacchino tagliata a quadrettini e leggermente infarinata; salate, pepate e continuate la cottura per 4 o 5 minuti, mescolando spesso.

Mondate i porri, lavateli, tagliateli ad anelli e fateli appassire a fuoco basso in una casseruola con il burro rimasto, finché saranno diventati molto morbidi (circa 15 minuti). Salateli e pepateli. Stendete la sfoglia scongelata in un disco e con questo foderate il fondo e le pareti di uno stampo a cerniera imburrato.

Mescolate i porri con i funghi e la fesa e disponeteli sulla pasta, livellando la superficie. Sbattete le uova con la panna (o il latte), salatele, pepatele e rovesciatele sul composto. Mettete lo stampo in forno caldo a 180 gradi e cuocete per 35 o 40 minuti. Finita la cottura lasciatela raffreddare un pochino e poi servitela ai vostri ospiti.

Come Preparare la Torta Primavera

Siamo stanchi di fare sempre le solite torte? Abbiamo una festa di compleanno a casa e non sappiamo che torta fare? Siamo gli eterni indecisi? State tranquilli, avete trovato la torta giusta per le vostre occasioni. I tempi di preparazione sono di circa un’ora.

Occorrente
Una «base» di pan di Spagna o di torta Maddalena di 28 cm di diametro
Frutta a piacere
Gelatina di albicocche
4 uova
Zucchero
Latte
farina
Maraschino

Tagliate la base di pan di Spagna o di torta Maddalena in 3 dischi, poi ricomponetela e, con un coltello affilato, smussate i contorni per dare alla torta una forma a cupola. Dividete di nuovo i 3 dischi e spruzzateli con un po’ di maraschino. Mondate e lavate la frutta di stagione: tagliate a fettine quella che lo richiede.

Preparate la crema pasticcerà: montate i tuorli con 100 g di zucchero, unite 2 cucchiai colmi di farina e diluite lentamente con un litro di latte. Mettete la crema su fuoco basso, a bagnomaria, e fatela cuocere, mescolando fino a quando comincerà a bollire.

Poi toglietela dal fuoco, cospargete la superficie di zucchero. Farcite il primo disco con uno strato di crema e posatevi sopra pezzi di frutta alternati. Poi coprite con il secondo disco che coprirete pure di crema e frutta. Quindi ricomponete la torta con l’ultimo disco. Coprite la torta con la crema pasticcerà rimasta e decoratela come vedete nella foto. Fate sciogliere sul fuoco un po’ di gelatina di albicocche e spennellatela sulla frutta, in modo che risulti lucida e splendente.

Come Preparare la Torta Mimosa con Macedonia

Risulta essere abbastanza complicata, ma ti assicuro che il risultato è ottimo.

Occorrente
100 gr. di farina 00
100 gr. di fecola di patate
150 gr. di zucchero
100 gr. di burro
4 uova intere
1 tuorlo
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
200 gr. di macedonia sciroppata
400 gr. di panna da montare
50 gr. di zucchero a velo
20 gr. di confettura di albicocche
150 gr. di pasta di mandorle
20 ml. di rum
2 gocce di colorante verde

Puoi iniziare col scaldare il forno a 170°. Prendi una ciotola capiente e setaccia i 100 gr. di farina 00, i 100 gr. di fecola di patate, la bustina di vanillina e la bustina di lievito. Devi prendere le 4 uova intere e devi separare i tuorli dagli albumi, nella ciotola dove hai messo i tuorli aggiungi l’altro tuorlo e aggiungi anche lo zucchero. Monta a neve gli albumi con il pizzico di sale. Monta anche i tuorli. Fondi i 100 gr. di burro, e incorpora ai tuorli il miscuglio di farine, alternando con il burro, e continua a montare la frusta. Aggiungi gli albumi montati a neve e mescola lentamente. Nel frattempo imburra e infarina la teglia e versa l’impasto in essa, facendo attenzione a livellare l’impasto.

Inforna la teglia e cuoci per 50 minuti. Fari la prova dello stecchino, se è asciutto allora vuol dire che è pronta. Togli la torta dal forno e capovolgila su un panno e lasciala raffreddare. Una volta raffreddata la torta, devi tagliare da essa un disco di circa 1 centimetro di spessore e mettilo da parte. Scava leggermente la parte di torta rimasta, togliendo la mollica e mettila da parte, ricorda che devi formare una specie di contenitore. Mescola i 20 ml. di rum con un cucchiaio dello sciroppo di macedonia. Con un pennello da cucina spennella la cavità del dolce con il miscuglio ottenuto tra il rum e lo sciroppo di macedonia. Monta la panna con lo zucchero a velo, e aggiungi la macedonia scolata a 2/3 di panna montata. Riempi la cavità del dolce con il composto e sistemaci sopra il disco tenuto da parte.

Unisci le 2 gocce di colorante verde alla pasta di mandorle, e stendi la pasta con un mattarello in un rettangolo di 3 mm di spessore. Ricava dalla pasta di mandorle una striscia alta quanto il bordo della torta e lunga quanto la sua circonferenza. Impasta i ritagli, e stendili nuovamente con il mattarello in un rettangolo alto come il bordo della torta, e modellalo in modo da ottenere un fiocco. Ora riprendi la mollica tolta dalla torta e tagliala a dadini di circa 1 cm. Spalma la panna montata rimasta sulla superficie della torta, e ricopri quest’ultima con i dadini di mollica, in questo modo creerai l’effetto mimosa. Scalda per un minuto la confettura a fuoco dolce e spennellala sul bordo laterale della torta. Avvolgi il bordo con il nastro di pasta di mandorle, e completa incollando il fiocco, sempre con la confettura. Ora la tua torta è finita e la puoi trasferire su un piatto di portata e servila.

Come Pulire le Finestre in Modo Facile

La pulizia delle finestre è laboriosa e non sempre il risultato è duraturo e soddisfacente.

Sul mercato oggi esistono strumenti che permettono di effettuare la pulizia dei vetri in modo automatico, relativamente a cui è possibile vedere questo sito sui robot lavavetri, ma hanno ancora un costo elevato.

Esistono però delle tecniche efficaci e facili da realizzare. Vi presentiamo in questa guida il metodo migliore per ottenere, con poca fatica, dei vetri splendenti e brillanti a lungo.

Per pulire i vetri delle tue finestre con facilità ed efficacia non dovrai fare altro che procurarti alcuni semplici strumenti del mestiere e metterti all’opera con un po’ di cura e pazienza. Tieni a portata di mano una bacinella, un panno di daino (o simile), dei fogli di giornale, dell’ammoniaca (profumata se possibile) ed il tuo detergente per i vetri abituale.

Prendi ora la bacinella e versa al suo interno dell’ammoniaca, meglio se si tratta di quella profumata. Non eccedere con le dosi e, se ti serve molto liquido per pulire numerosi vetri, diluisci l’ammoniaca con dell’acqua del rubinetto. Immergi il panno di daino nella bacinella e passalo su tutte le finestre.

A questo punto prendi il detergente che usi di solito per la pulizia dei vetri e spruzzalo sulle finestre per poi rimuoverlo, asciugando, con dei fogli di vecchi giornali. Dopo questo trattamento i tuoi vetri oltre a splendere come mai prima, rimarranno puliti e brillanti per più di una ventina di giorni. Provare per credere.