Come Visitare la Galleria dell’Accademia a Firenze

Firenze è una delle città più belle del mondo. La Toscana infatti sa offrire ai suoi numerosi e fortunati visitatori mille e mille meraviglie, una tra le tante è senza dubbio la Galleria dell’accademia a Firenze che contiene tesori incredibili di autori come Michelangelo.

La Galleria dell’Accademia ricca di opere d’arte, la più famosa forse il David di Michelangelo è locata in via Ricasoli numero 60 (a circa 300 metri da Piazza della Signoria) ed è visitabile martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dalle 8.15 alle 18.50; mentre rimane chiusa il lunedì e la domenica.

Per visitare la Galleria dell’accademia c’è da pagare un biglietto di circa 6 euro più 4 euro per una eventuale prevendita (che sinceramente non consiglio perché la fila da attendere non dura più di 30 minuti).

Visitare la Galleria è davvero emozionante perché contiene opere di pittura e scultura famose in tutto il mondo come il già citato David di Michelangelo o l’incoronazione della vergine di Botticelli, ma anche opere di Taddeo Gaddi. Michelangelo è anche l’autore dei quattro prigionieri che sembrano contorcersi nell’atto di liberarsi dalla pietra.

Come Preparare Scatole Profumate

Nella guida di oggi ti propongo un modo facile e carino di realizzare delle scatoline odorose piene di pasta aromatica che potrai utilizzare per deodorare qualsiasi ambiente. Cosa aspetti? Procurati il necessario, fai una carica di fantasia e divertiti in questa realizzazione.

Occorrente
10 gr di polvere di astragalo
1 cucchiaio di glicerina
100 gr di acqua calda
30 gr di polvere di radici di giaggiolo
10 gr di cannella macinata
20 gr di chiodi di garofano
10 gr di tintura di benzoino
4 cucchiai di olio di muschio sintetico
2 cucchiai di olio di bergamotto sintetico
2 cucchiai di olio di rose sintetico
1 scatoletta di latta

L’impasto aromatico per queste scatoline viene arricchito con miscele di profumi orientali. Ma invece di questi ultimi puoi usare gli olii odorosi di tono più fresco, come olio di menta o olio di limone. Tutto dipende dallo scopo a cui destinerai la scatolina.

Amalgama in una ciotola di porcellana la polvere di astragalo con la glicerina e aggiungi lentamente l’acqua calda. Mescola fino a ottenere una miscela liscia e omogenea, ma non preoccuparti se si formano piccoli grumi: non nuocerà all’ulteriore lavorazione. Copri ora la tua ciotola: durante la notte o, al più tardi, entro le 24 ore la miscela si trasformerà in una pappa vischiosa.

Quando la vedrai abbastanza rappresa, senza più tracce di acqua sulla superficie, aggiungi, rimestando, la polvere di radici di giaggiolo. Unisci le altre spezie (nell’ordine in cui sono indicate nell’elenco degli ingredienti) sempre continuando a rimestare. La soluzione è pronta per essere messa nella scatoletta da cui esalerà dolcemente il suo profumo. Collocala ovunque desideri migliorare l’aria dell’ambiente: per esempio in una scarpiera male aerata, nel bagno o nell’armadio dei vestiti. Affinchè la scatola abbia un aspetto più grazioso, potrai foderarla in stoffa o carta colorata dando libero spazio alla tua fantasia.

Come Preparare Sculture in Gesso

Se vuoi provare il piacere di scolpire puoi farlo col semplice ed umile gesso. Si sa che esso inizialmente, non avendo un elevato grado di durezza, potrà creare problemi di friabilità, ma questo non toglierà nulla in bellezza al prodotto finale. Anche la pietra gallina per esempio, il materiale che viene usato per fare le statue da giardino, presenta lo stesso grado di durezza all’atto della lavorazione eppure alla fine fuoriescono bellissime sculture.

Prepara una ciotola d’acqua. Versaci dentro lentamente con le mani una quantità di gesso, tale da far assorbire quasi tutta l’acqua. Appena vedi che in superficie è rimasto libero solo un velo di acqua, fermati col versamento della polvere di gesso e attendi un po,’ all’incirca sui 3-4 minuti. Passato questo tempo di attesa, prendi la scatola di cartone, che avrai senza dubbio scelto, a ragione e a misura del lavoro che intendi realizzare. Assicurati che il fondo della scatola sia ben chiuso, in caso contrario “sigillalo” con lo scotch per imballaggio.

Versa nella scatola tutto il gesso che c’è nella ciotola. La scatola di cartone, in verità, dovrà fungere da stampo. E’ necessario quindi che tu, nella fase iniziale, quando cioè ti accingi a far scendere la polvere di gesso nella ciotola piena di acqua, calcoli già ad occhio quanto gesso sarà necessario per riempire la scatola. Dopo aver riempito la scatola di gesso, a distanza di qualche minuto lo vedrai scaldarsi e “fumare” per evaporazione dell’acqua.

Subito dopo ritornerà freddo. Da questo momento il gesso può essere tolto dalla scatola. Ti conviene metterti subito all’opera perchè il gesso, perdendo via via sempre più acqua, tenderà inesorabilmente ad indurirsi. Disegna grosso modo sul pezzo di gesso, fuoriuscito dalla scatola, scalfendo leggermente con un punteruolo o con la punta della spatola, la forma di ciò che vuoi realizzare e cominci a “togliere” con un coltellino tutta la parte di gesso eccedente. Continuerai a lavorare sempre di coltellino e spatola per la realizzazione della tua creazione.

Come Preparare Zucchero e Sale Profumati in Casa

Oggi si fa molta attenzione ai prodotti naturali e quando si regala qualcosa si guarda bene agli ingredienti di cui è composto. Se poi questo prodotto lo facciamo noi è molto meglio ed il regalo sarà non solo bello ma sicuro. Ecco un’idea per fare in casa zucchero e sale profumati alle erbe. Risulta essere davvero semplicissimo.

Come si preparano i sali. Usando un tritatutto o le tue mani, riduci in polvere un’erba aromatica secca ad esempio il rosmarino o l’origano ma anche la salvia o il timo. Mescola bene l’erba tritata con del sale (l’aroma deve essere circa la metà del sale). Metti il composto in vasetti di vetro e chiudi.

Come si prepara lo zucchero aromatico. Usa lo stesso procedimento usato per il sale ma cambiano le essenze. Con lo zucchero vanno d’accordo la menta secca oppure la cannella e chiodi di garofano in polvere. Meglio se metti le tre cose insieme. Puoi mettere anche buccia di agrumi non trattati grattugiata e seccata.

Le confezioni. Dopo aver richiuso i barattoli di vetro con il loro tappo (meglio se di sughero), metti un bel nastrino colorato legandolo sotto il tappo e applica l’etichetta dove avrai scritto cosa contiene ed il gioco è fatto. Se vuoi puoi anche incollare sul coperchio un rametto di cannella o qualche chiodo di garofano. Saranno regali davvero molto graditi ed esclusivi.

Come Prepararsi Velocemente di Mattina

La sveglia suona e il tuo primo pensiero è “Non ce la posso fare”? Poi ti alzi e inizia una girandola tra bagno, cucina e guardaroba con un occhio sempre puntato all’orologio e la consapevolezza che”Non ce la farò mai!”? Eppure essere pronta (e presentabile) in meno di 30 minuti è possibile. Ecco come.

Per evitare lungaggini e incertezze al mattino, cerca di anticipare più cose possibile la sera: – fai la doccia – eventualmente lavati i capelli – prepara il necessario per la colazione e apparecchia la tavola – scegli biancheria, abiti e sarpe da indossare e sistemali su una sedia – prepara tutto ciò che sai di dover portare con te e che normalmente non tieni in borsa (libri, documenti, etc.)

Fare la doccia la sera non solo ti aiuta a rilassarti e ad addormentarti più facilmente, ma ti fa guadagnare almeno 10 minuti (inclusa l’applicazione della crema idratante). In questo modo al mattino dovrai lavarti solo il viso e i denti. Se ti lavi i capelli, asciugali con cura ed eventualmente legali, così al mattino potrai essere pronta solo con una rapida pettinata e un colpo di phon.

Apparecchia la tavola con tazza, cucchiaio, coltello (tutti gli accessori di cui avrai bisogno), sistema sul tavolo cereali, fette biscottate e tutto quanto non si trova in frigo. Se d’abitudine prendi il caffè, carica la macchinetta. Scegli con calma i vestiti e gli accessori da indossare e sistemali su una sedia. Se pensi di cambiare anche la borsa, sposta subito il contenuto dall’una all’altra.

Al mattino, se hai puntato la sveglia 5 minuti prima del necessario, avrai l’illusione di poterti concedere qualche minuto di puro stiracchiamento. Alzati con calma e poi “fiondati” in cucina e metti su il caffé, quindi vai in bagno, lavati il viso e stendi la crema idratante. Torna in cucina e fai colazione senza troppa fretta (non deve restarti sullo stomaco!). Butta gli avanzi nella pattumiera e metti le stoviglie nel lavello e sciacquale rapidamente. Al tuo rientro provvederai a lavarle o a metterle in lavastoviglie.

Torna in bagno, lavati i denti e procedi con un trucco veloce: correttore e fondotinta, un velo di cipria e fard e un po’ di mascara (il resto lo farai più tardi). Sciogli i capelli e dai una bella scrollata. Se li hai lavati la sera prima dovrebbero essere a posto. Dai un paio di colpi di spazzola. Se proprio non collaborano fermali con una coda o trattienili con dei pettinini o delle mollette.

Indossa i vestiti già pronti, le scarpe e tutti gli accessori. Dai un’occhiata allo specchio giusto per scrupolo. Sappi che se decidi di sostituire anche solo una cosa, finirai per doverti cambiare dalla testa ai piedi. Nella borsa tieni sempre una trousse “alternativa” a quella che è in bagno. Ti servirà al primo momento utile per completare il trucco e per ritoccarlo nel corso della giornata. Infila la giacca o il cappotto, prendi al volo le chiavi e via!