Come Scegliere una Vaporiera

La cottura a vapore delle verdure, carne e pesce è un ottimo modo per mantenere le sostanze nutritive nei cibi, ecco perché sempre più spesso si acquista una vaporiera. Alcune ottime vaporiere, costano anche meno di trenta euro. Si può decidere di pagare di più e si possono ottenere alcune funzioni aggiuntivi utili, come un timer digitale, compartimenti separati e le opzioni di inizio ritardato.

La cottura migliore è il motivo principale per cui la gente decide di comprare una vaporiera per il cibo, ma ci sono diversi vantaggi per scegliere questo tipo di dispositivo, il vapore mantiene i valori nutritivi garantendo più sostanze nutritive nei prodotti alimentari rispetto ad altri metodi di cottura, come la bollitura, dove i nutrienti vanno via nell’acqua. La vaporiera è anche un modo semplice per cucinare il riso perfetto.

vaporiere

Una delle caratteristiche principali di una vaporiera, è la sua versatilità. Le vaporiere possono cucinare diversi tipi di cibi. Altri alimenti che si possono cucinare in una vaporiera includono pollo, salmone, riso, pasta, cuscus, crostacei, uova sode e persino frutta. Insomma, una miriade di prodotti. Un altro importante elemento è la convenienza. La maggioranza delle vaporiere sono in grado di ospitare fino a nove litri di cibo, che dovrebbe essere abbastanza per un pasto per una famiglia di quattro persone.

Le vaporiere generano meno vapore di una normale pentola ad acqua, e ciò fa pensare che questo elettrodomestico sia piuttosto lento. La cottura di carote tagliate a fette sottili, per esempio, può richiedere fino a 15 minuti in una vaporiera elettrica, a fronte di circa sette minuti in una vaporiera in padella con il coperchio. Risulta essere inoltre necessario stare attenti a calcolare il tempo di cottura a vapore per il peso del cibo da cuocere, o può essere facilmente cotto. I tempi di cottura indicativi per i pesi tipici delle porzioni sono spesso inclusi nei manuali di istruzioni. Le velocità di cottura dipendono comunque alla potenza. Una potenza maggiore  consente di accelerare la velocità di cottura. Le vaporiere moderne hanno una potenza compresa tra  600 e 1800 Watt e arrivano addirittura a 2000 Watt. Una vaporiera con vapore di potenza compresa tra 850 e 1000 Watt può essere raccomandata per una famiglia media.

Le vaporiere variano notevolmente in termini di dimensioni, in modo da aiutare a perfezionare quale sarà la soluzione migliore per la vostra cucina, è necessario considerare quanto cibo si ha voglia di cucinare. In genere, le vaporiere sono misurate in base alla loro capienza in litri ed esistono vaporiere da 3 a 5 litri, ideale per la preparazione di piatti da 1 a 3 persone, vaporiere da 6 a 9 litri, ideale per la preparazione di piatti da 3 a massimo 6 persone, e quelle da 9 a 11 litri, ideali per la preparazione di piatti da 6 a 8 persone.

Il cestello a vapore o la ciotola per la cottura a vapore è un contenitore speciale in cui sono posti i prodotti per la cottura. Risulta essere necessario menzionare la ciotola per il riso. La ciotola per il riso è una ciotola a parte, che viene usata per cuocere vari cereali (non solo riso). Bisogna prestare l’attenzione alla presenza di una ciotola per il riso quando si decide di acquistare una vaporiera, perché in alcuni modelli, questa ciotola può mancare.

La quantità di cibo che si può cucinare in una sola volta dipende dal volume dei cesti a vapore. Il cestello a vapore può avere un volume da 1,5 a 3,5 litri. Si può facilmente determinare dal volume di cestelli quanto vapore sia vapore necessario, per cuocere quel determinato tipo di cibo.

Esistono due tipi di controllo per la fuoriuscita del vapore. Il controllo meccanico viene effettuato con una semplice rotazione della leva di comando nella posizione desiderata. Il controllo elettronico invece fornisce la selezione della modalità desiderata su una tavola speciale con i tasti. Il tipo di controllo meccanico è facile e può essere scelto in molti casi. Se si desidera utilizzare funzionalità aggiuntive, come il supporto di cibo in una condizione di caldo o accendere il vapore nei tempi previsti, dovete invece rivolgere la vostra scelta su di una vaporiera elettronica.

Accessori

Esistono alcuni dispositivi che rendono l’uso di vaporiere più confortevole. Tali accessori comprendono

L’indicatore livello acqua. Esso consente di assicurarsi che ci sia abbastanza acqua nel vapore

Il foro per l’aggiunta di acqua. Attraverso di esso è possibile aggiungere acqua se il suo livello è insufficiente

Prima di procedere all’acquisto di un apparecchiatura come la vaporiera elettrica, bisogna considerare quanto sia importante la sua pulizia e la sua manutenzione. Per iniziare, ogni vaporiera ha bisogno di un intervento di manutenzione continua per il serbatoio dove viene riempita l’acqua in quanto comunque, se non c’è sufficiente acqua il macchinario potrebbe rompersi facilmente. Per quanto invece concerne la pulizia sarebbe l’ideale trovare una vaporiera i cui componenti siano lavabili in lavastoviglie e, soprattutto i vari cestelli, oltre che lo stesso serbatoio.

Tra i marchi più conosciuti segnaliamo Philips e Kenwood, per recensioni dei vari modelli è possibile fare riferimento al sito Vaporiere.com, su cui sono presenti informazioni maggiormente dettagliate.

Come Fare un’Insalata di Papaya

Ecco una ricetta semplice e velocissima da preparare: l’insalata con papaya, crescione e feta.

Fresca e dal sapore esotico, sono sicura che riuscirà a sorprendervi.

papaya

Ingredienti
papaya, 1
crescione lavato, 150gr
cipollotti verdi, 2
succo di lime, 4 cucchiai
olio di sesamo, 2 cucchiai
sale, pepe

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dalla papaya: dividetela in quattro parti ed eliminate buccia e semini interni. Tagliatela a cubetti e mettetela in una ciotola abbastanza capiente insieme al crescione, al feta a pezzettini e ai cipollotti verdi tritati finemente.

In un piccolo contenitore a parte emulsionate l’olio di sesamo e il succo di lime. Aggiustate di sale e pepe e versate il condimento nell’insalata. Mescolare bene e servire.

Come Preparare Pesche al Cioccolato

Stamattina mi sono svegliata con la voglia di primavera e di dolcezza.

Ecco che così ho deciso di preparare qualcosa davvero buono: le pesche con il ripieno al cioccolato.

pesca

Ingredienti

pesche, 3

savoiardi, 5

uova, 1

zucchero, 10gr

burro, 1 noce

cioccolato fondente in scaglie

vino bianco fermo, 2 bicchieri

Preparazione

Iniziamo la ricetta per questa deliziosa colazione prendendo le pesche e togliendo loro il nocciolo senza aprirle del tutto.

Allargate il foro dove era posizionato il nocciolo facendovi aiutare da un cucchiaino e posizionate la polpa da parte. Tagliate quindi la polpa a pezzettini, aggiungeteci lo zucchero, i savoiardi, l’uovo e il burro che avrete precedentemente ammorbidito.

Mescolate tutto finché non avrete ottenuto un composto omogeneo, quindi provvedete con il rimetterlo all’interno delle pesche. Mettete quindi i vostri succosi frutti all’interno di una casseruola dove nel fondo avrete aggiunto il vino e 2 bicchieri di acqua. Mettete infine nel forno che avrete precedentemente scaldato a 180 gradi e tenete in cottura per circa 20 minuti. Quando sarà trascorso questo tempo, cospargete le pesche con le scaglie di cioccolato e riposizionate il tutto in forno, finché il cioccolato non si sarà sciolto.

Il tocco in più? Servite le vostre pesche con una bella spolverata di zucchero a velo oppure accompagnandole a una pallina di gelato.

Come Fare Puntarelle alle Acciughe

Ecco un contorno dedicato a tutti voi che siete a dieta, ma non avete per niente voglia di rinunciare al gusto.

La proposta di oggi ricade sulle puntarelle cucinate alla maniera romana, ossia con le acciughe. Facile e velocissimo da preparare, vi permette di accompagnare un piatto di pesce o di carne, senza dovervi preoccupare per la prova costume.

Ingredienti
puntarelle, 150gr
acciuga sotto sale, 1
aglio, 1 spicchio
sale, pepe, olio

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dalle puntarelle: lavatele bene e asciugatele delicatamente con un panno. Mettetele quindi in una ciotola.

Prendete le acciughe e privatele della lisca. Riducetele in poltiglia e versatele nella ciotola delle puntarelle, insieme allo spicchio di aglio che avrete precedentemente schiacciato. Aggiustate di aceto, sale, pepe, olio.

Plumcake con Olive e Prosciutto

Avete già pensato a trascorrere qualche ora in compagnia di amici in montagna al lago e non sapete cosa preparare da mangiare. Se cercate una ricetta estiva semplice e gustosa, potete orientarvi nella preparazione di un delizioso plumcake.

Ingredienti
farina bianca 00, 150gr
tuorli, 4
olive denocciolate, una manciata
prosciutto cotto, 200 gr
formaggio tipo emmental, 100gr
ricotta, 50gr
parmigiano grattugiato, 4 cucchiai
burro, una noce
lievito, mezza bustina
sale, pepe

Preparazione:
Iniziamo la nostra ricetta partendo dagli ingredienti che servono per l’impasto: lavorate la ricotta e il burro con una frusta in modo da creare una crema omogenea e senza grumi. Procedete unendo i tuorli, la farina, l’emmental a scaglie, il parmigiano grattugiato, il prosciutto cotto a cubetti, le olive e il lievito. Aggiustate il tutto con sale e pepe e mescolate bene.

Prendete uno stampo da plumcake e foderatelo con un foglio di carta forno. Versate all’interno l’impasto appena preparato e mettete a cuocere per 45 minuti nel forno a 200°C. Da gustare tiepido.