Come Preparare Semifreddo alle Praline

Sotto la denominazione di semifreddo si possono riunire generalmente tutte quelle preparazioni a base di creme gelate abbinate a canditi, panna montata, liquori, biscotti, pan di Spagna, e simili. A parte le leccornie che lo circondano, il mio semifreddo alle praline è uno scrigno di squisitezze. Vi sono incorporati, infatti, amaretti e nocciole.

Occorrente
Un quarto di latte
4 tuorli
100 gr. di zucchero
50 gr. di cioccolato grattugiato
75 gr. di nocciole sgusciate
50 gr. di amaretti
3 bicchieri scarsi di panna
Per decorare: un bicchiere scarso di panna
10 praline (cioccolatini ripieni)
8 piccoli amaretti

Per cominciare mescola in una casseruola il latte con i tuorli e lo zucchero. Metti il recipiente sul fuoco a bagnomaria, in acqua molto calda e continua a sbattere la crema fino a quando non si sarà addensata, facendo attenzione che l’acqua non bolla mai. Poi unisci il cioccolato mescolando bene; leva dal fuoco e lascia raffreddare la crema, rigirandola ogni tanto.

Nel frattempo fai tostare le nocciole in una padella per otto minuti e sfregale poi con un tovagliolo per eliminare la pellicina che le ricopre. Quindi macina finemente. Sbriciola gli amaretti, uniscili insieme con le nocciole alla crema (mescolando bene), monta in una terrina la panna e incorporala con delicatezza alla crema.

Successivamente versa quest’ultima in uno stampo per gelati e poni il tutto, per quattro ore, nello scomparto del ghiaccio (freezer). Prima di servire il semifreddo, monta la panna in una terrina e mettila in una siringa per dolci. Passato il tempo stabilito, immergi lo stampo con il gelato per un attimo in acqua calda, capovolgilo su un piatto ben raffreddato e decora il semifreddo con rosette di panna, le praline e gli amaretti. Servi subito.

Come Preparare Semifreddo al Torroncino

Ecco la ricetta per preparare il famoso dolce semifreddo al torroncino in casa! Le dosi sono riferite ad un dolce per otto persone e il tempo di preparazione è di circa 40 minuti più il tempo di congelamento.

Conto calorie, kcal 308 (KJ 1289) a porzione. Non è un piatto dietetico, ma a volte qualche peccato di gola non fa male.

torrone

Occorrente
Panna fresca 200g
Torrone bianco 130g
Zucchero semolato 125g
Cioccolato fondente 100g
Caffè solubile in polvere
3 tuorli

Passa il torrone nel tritatutto riducendolo in polvere fine. Per il semifreddo, prepara uno sciroppo facendo bollire per un minuto esatto lo zucchero con g 75 d’acqua. Con la frusta elettrica, monta i tuorli in una ciotola, immersa in un bagnomaria tiepido tenuto su fuoco moderato, versando a filo lo sciroppo di zucchero caldo.

Continua a lavorare il composto finché diventerà gonfio e colloso; allora estrailo dal bagnomaria e, sempre lavorando con la frusta, fallo raffreddare quindi incorpora il torrone in polvere e la panna montata fermissima. Distribuiscilo in 8 stampini da crème caramel che terrai in freezer almeno per 6 ore.

Circa un’ora prima di sformare i semifreddi, avvia la salsa: tagliuzza il cioccolato, mettilo in una casseruolina insieme con g 250 di acqua, lo zucchero, un pizzichino di sale, un cucchiaino di caffè in polvere; porta la casseruolina su fuoco moderatissimo e, sempre mescolando, fai bollire la salsa per un minuto, quindi lasciala raffreddare. Sforma i semifreddi su un velo di salsa e, volendo, spolverizza con altro torrone tritato non troppo finemente.

Come Preparare Torta alle Mele

Per chiudere un pranzo in bellezza, per festeggiare un anniversario o solo per gratificarsi. Sono tante le occasioni che reclamano un dolce peccato di gola.

Allora tanto vale organizzarsi e imparare a fare torte e dessert in casa. Non solo perchè hanno tutto un’altro sapore, ma anche perchè sono più economici. E meno impegnativi di quanto si pensa. Provare per credere.

Occorrente
Gr 500 farina
Gr 250 zucchero
Gr 150 burro
4 uova
1/2 bicchiere di latte
La scorza lavata e grattuggiata di un limone
Un pizzico di sale
1 bustina lievito vanigliato
Gr 800 mele
Gr 150 zucchero
Gr 150 amaretti
Gr 100 uvetta
Gr 50 pinoli
1 bicchiere di sciroppo all’arancio
1 bustina di cannella

Taglia a pezzetti le mele sbucciate e falle bollire per 15 minuti con lo zucchero e lo sciroppo. Per fare un lavoro veloce è possibile utilizza uno strumento come questi sbuccia mela segnalati su questo blog. Lascia raffreddare l’impasto ed aggiungi gradualmente gli amaretti sbriciolati in polvere fine, l’uvetta, i pinoli ed un pizzico di Cannella. Ora, lentamente amalgama il tutto con un cucchiaio di legno.

Disponi su una spianatoia la farina a fontana e, fatto un buco nel mezzo, versaci lo zucchero, il burro ammorbidito e tagliato a pezzetti,il sale, la scorza di limone, il latte e le uova (conserva un tuorlo per la decorazione). Impasta rapidamente raccogliendo tutta la farina fino ad ottenere un composto omogeneo; unisci da ultimo il lievito vanigliato avendo cura di ben amalgamarlo. Con il mattarello riduci l’impasto a sfoglia e sistemalo sul fondo di una teglia imburrata e spolverata di farina, rialzandolo sul bordo.

Versaci il ripieno, livellando bene con un coltello e decora con ritagli di pasta a forma di foglia ricavati con apposite formine, spennellandoli con il tuorlo sbattuto e tenuto da parte. Passa in forno caldo.
Tempo di cottura: 50 minuti a temperatura moderata, senza aprire lo sportello; lascia in forno spento ancora 5 minuti.

Come Preparare i Pomodori Secchi

I pomodori secchi sono una delle specialità del sud Italia, dal quale provengono i migliori pomodori del Paese, speciali per sapore e consistenza. Il sole è il miglior ingrediente per realizzare i pomodori secchi, ma tramite questa guida ti accorgerai che non è poi così fondamentale. Scopriamo come si fa.

Per iniziare, servono pomodori rossi, ben maturi, di media grandezza, meglio se rotondi e polposi. Lavali e asciugali bene con un panno.
Tagliali a metà ed elimina tutta l’acqua e i semi all’interno, in modo che rimanga solamente la bella polpa.

Ricorda che i pomodori non vanno assolutamente sbucciati.
Se decidi di asciugare i pomodori al sole (opzione consigliata), disponili su un ripiano, meglio se in legno, così da assorbire i liquidi in eccesso, o su una graticola, in modo che l’aria possa circolare anche al di sotto dei pomodori e si asciughino più in fretta.
Cospargi abbondantemente i pomodori con il sale, in modo che assorba tutti i liquidi e acceleri l’essiccamento.

Se non hai a disposizione il sole caldo estivo o non hai lo spazio per poterli esporre al sole, puoi disporli su una teglia e metterli in forno a una temperatura molto moderata per circa trenta minuti. Un procedimento più veloce e comodo che ti permetterà di avere i tuoi pomodori secchi in giornata, a differenza del procedimento al sole che richiede dai 3 ai 5 giorni (dipende dalla temperatura e dal’umidità dell’aria).
Per essere consumati i pomodori secchi vanno conservati sotto olio in barattoli di vetro.

Sistema uno strato di pomodori sul fondo del vasetto e copri con olio d’oliva (meglio se extravergine). Continua così per ogni strato fino a quando il vasetto non sarà pieno. Ricopri con olio d’oliva fino all’orlo, in modo che non resti troppa aria all’interno del vasetto e possa provocare della muffa. Puoi aggiungere degli spicchi d’aglio o altri aromi a piacere.

Come Preparare Semifreddo al Caffè

Ospiti a cena? Abbiamo preparato tutto ma ci manca il dolce? Niente paura… Questo dolce è davvero buono e sicuramente i vostri ospiti ne rimarranno soddisfatti.

Le dosi sono per quattro persone e per prepararlo ci vogliono 50 minuti più il tempo per freddarlo in frigo.

Occorrente
200 gr di zucchero
25 gr di farina
1/3 lt di panna liquida
6 tazzine di caffè molto forte
1/2 lt di latte
4 uova
Gocce di essenza di vaniglia
Sale
Panna montata
Chicchi di caffé ricoperti al cioccolato per decorare

In una casseruola dobbiamo scaldare il latte senza portarlo ad ebollizione. In un’altra casseruola dobbiamo setacciare insieme lo zucchero, un pizzico di sale e la farina, aggiungendo, poco alla volta, il latte caldo, mescolando sempre con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.

Cuocere su fuoco basso per 10 minuti circa, mescolando sempre delicatamente. Unire quindi il caffè e versare il tutto, lentamente, sui tuorli (senza gli albumi) battuti in precedenza in una zuppiera. Mescolare con cura e rovesciare la crema nuovamente nella casseruola posta sul fuoco lasciandola cuocere, senza portare a ebollizione, finché si sarà addensata.

Lasciare raffreddare, quindi aggiungere l’essenza di vaniglia e la panna. Amalgamare bene e versare il composto in uno stampo da budino; metterlo in frigorifero per qualche ora. Prima di servire I rovesciare il semifreddo sul piatto da portata decorando a piacere con panna montata e chicchi di caffè al cioccolato.