Come Preparare Frappè con Banana e Vaniglia

La banana è nota per essere un frutto altamente nutritivo e gustoso. Essa è ricca di minerali e di vitamine e fibre e per questo se da un lato facilita le funzioni cardiovascolari, dall’altro, essendo una fonte di zucchero, contiene infatti, glucosio, saccarosio e fruttosio e carboidrati, è importante non eccedere nel consumo.

I nutrizionisti, quindi, suggeriscono di consumarne a colazione e con moderazione. In questo senso vi proponiamo la ricetta per un frappè alla banana con vaniglia.

Ingredienti
– 1 banana affettata
– 1 tazza di latte di mandorla
– 5-7 cubetti di latte
– 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
– 1 pizzico di noce moscata
– Mezzo cucchiaino di cannella
– 1 cucchiaio e mezzo di sciroppo d’acero

Preparazione
Inserite tutti gli ingredienti in un frullatore, selezionando il programma per realizzare dei frappè e attendete circa 10-20 secondi, prima di spegnere.

Versate in un bicchiere e servite fresco, magari con una spolverata di cannella in superficie.

Come Preparare Purè alle Spezie

Mangiare patate è importante per l’organismo poiché forniscono una serie di nutrimenti utili al sistema cardiovascolare, immunitario e cerebrale. Naturalmente ricche di potassio, vitamine e minerali importanti, questi tuberi aiutano a mantenere sotto controllo la pressione, i livelli di insulina, prevenendo il diabete e favorendo un sistema muscolare attivo e tonico.

La ricetta che vi proponiamo di seguito, è un purè di patate speziate facile da preparare e da gustare, sia da solo che accompagnato da verdure fresche o cotte, come spinaci, funghi oppure cime di rapa.

Ingredienti
– 5 tazze di patate rosse a cubetti, potete utilizzare anche quelle a pasta gialla
– Mezzo tazza di anacardi
– 3 tazze di acqua (vi serviranno separatamente)
– 1 cucchiaino di sale
– Un quarto di cucchiaio di origano
– Un quarto di cucchiaio di prezzemolo
– Un quarto di cucchiaio di basilico
– Un quarto di cucchiaio di salvia

Preparazione
Lessate le patate nell’acqua e fate bollire per 15 minuti.

Frullate gli anacardi con 1 tazza di acqua e sale, fino a renderli cremosi. Aggiungetevi 2 tazze d’acqua e mettete da parte.

Quando le patate sono pronte, scolatele e passatele al mixer e unitevi il composto liquido a base di anacardi e il resto delle spezie, fino ad ottenere una pasta cremosa e soffice.

Servite caldo.

Come Realizzare un Appendiabiti Originale per Casa

Tante volte capita di voler donare alla propria abitazione un tocco davvero personale e di non trovare nei negozi oggetti che soddisfino adeguatamente la nostra esigenza di originalità. In un mondo che si muove sempre più in direzione del riciclo, sia per esigenze legate al risparmio che alla salvaguardia ambientale e al contenimento nella produzione di scarti e rifiuti, è indispensabile imparare a fare buon uso della propria creatività, a riutilizzare quanto già disponibile in casa senza ricorrere a spese aggiuntive. In questa guida vedremo, ad esempio, come è possibile realizzare degli appendiabiti originali riciclando oggetti di uso comune che hanno perso la loro “funzione” originaria.

Vecchie maniglie o vecchi pomelli: avete mai pensato a come le vecchie maniglie delle vostre porte, magari adeguatamente dipinte, possano tornare utili in casa fungendo da attaccapanni? Fissatele su un asse di legno utilizzando delle viti o della colla e il gioco è fatto. Il risultato è simile a quello di un classico appendiabiti da porta, relativamente ai quali è possibile vedere questa pagina.
Vecchi rubinetti del vostro bagno: un altro oggetto che potrebbe tornarvi inaspettatamente utile per “decorare” le pareti di casa in modo utile sono i vecchi rubinetti del bagno. Anche in questo caso l’ideale è procedere a fissarli con viti ad un asse di legno (magari invecchiata per un effetto vintage) e appenderli poi all’entrata della vostra abitazione!
Pallets: va ormai molto di moda riutilizzare i pallets (ossia quelle strutture in legno utilizzate per l’appoggio e il trasporto di diversi materiali) in vari modi, specialmente in casa, per creare oggetti di design originali e dotati anche di una loro funzionalità. Il suggerimento in questo caso è di riutilizzare alcune delle assi di legno che lo compongono dipingendole con i propri colori preferiti, fissandovi poi dei ganci alla medesima distanza.

Come abbiamo visto, non c’è davvero limite alla fantasia quando si desidera arredare la propria casa puntando all’originalità e alla personalizzazione.
Lattine, barattoli di vetro, bottiglie di plastica, lampadine… Tanti sono gli oggetti che possono godere di una “seconda giovinezza” e tornare utili nelle vostre case.

Navigando in internet, infatti, sarete in grado di trovare tante soluzioni stuzzicanti che vi faranno guardare con occhi diversi a ciò che conservate nei vostri armadi, in attesa magari di essere trasportato in discarica perché considerato ormai inutile!.

Come Montare una Cucina

In questa guida vedremo come montare una cucina super attrezzata. Questa cucina è davvero particolare. La cucina comprende: la colonna frigo, il lavello inox con armadietto scolapiatti, la cucina a gas con cappa aspirante e sopracappa con elemento filtrante.

Inoltre possiede una base con pensile, una cassettiera con cestellone e un pensile con vetrinetta e portabottiglie. Le scatole che contengono tutti i pezzi sono leggere e maneggevoli: ammucchiate al centro del locale da arredare aspettano solo il nostro intervento. E’ conveniente iniziare il montaggio dai pensili.

Per prima cosa si individuano i due fianchi: vicino al loro bordo superiore, dalla parte della scanalatura che accoglie il pannello di fondo, essi hanno due larghi fori non passanti; in questi si inseriscono a pressione i ganci destro e sinistro che sosterranno il pensile. Il sistema di doppia regolazione a vite permette di posizionare il pensile in bolla.

Si fissano i perni di sostegno per i ripiani interni. Ogni ripiano ha alle estremità dei lati corti quattro incavi sul lato inferiore. In ogni incavo va inserita l’apposita boccola che accoglie, a pressione, il perno di sostegno. Si procede unendo un fianco ai pannelli superiore e inferiore: quello inferiore è sostituito da una griglia plastificata.

Come Montare una Giunzione

Oltre a consentire di modificare la direzione delle tubature, i giunti permettono anche di prelevare acqua da una conduttura principale, di effettuare diramazioni e di unire assieme tubi di diametri differenti. I giunti adatti a questi scopi sono numerosi e di diametro diverso.

Occorrente
Filiera fissa
Tagliatubi a rotella

Esclusi pochi casi particolari, la tecnica per montare un giunto su un tubo è sempre la medesima. Come prima operazione devi applicare sulla filettatura un’apposita guarnizione. Questa puoi realizzarla in due modi: con la tradizionale canapa o con il nastro di teflon. Il primo sistema è il più laborioso e richiede da parte tua più esperienza.

Comunque il primo sistema è molto economico. Il secondo metodo è certamente più facile e rapido m aè anche più dispendioso. La canapa, che preleverai in modesta quantità dal mazzo, devi avvolgerla nel senso dell’avvitatura sulla filettatura del tubo. La giusta quantità è quella che basta per coprire il filetto senza inutili avanzi e senza dover fare giri in più.

Sulla canapa devi, poi, depositare una particolare pasta a base siliconica che ha diverse funzioni: innanzitutto impedisce che la canapa stessa secchi o si disfi. In secondo luogo, forma uno spessore elastico che si inerisce nella filettatura e permette una migliore sigillatura. Dopo che avrai applicato canapa e pasta puoi avvitare il giunto sul tubo.
Pagina successiva »